Confcommercio Potenza. Dati positivi su impresa giovanile

Nel secondo trimestre 2016, le imprese giovanili fino a 34 anni di età in Provincia di Potenza hanno creato 5.239 posti di lavoro, il 7,6% dei 69.060 addetti totali.

Il dato è arrivato da Confcommercio Imprese Italia Potenza sulla base di una rielaborazione su scala provinciale di dati della Camera di Commercio di Milano in occasione dell’attivazione del Tavolo Giovani e conferma il peso diretto sull’occupazione da parte dei giovani imprenditori potentini.

A giugno scorso, la Cciaa potentina ha rilevato 2619 imprese giovanili iscritte: ben 1444 con fascia d’età dai 30 ai 34 anni, 877 da 25 a 29 e 298 da 18 a 24 anni. In particolare, risulta interessante la crescita del ruolo dei giovani imprenditori: circa 400 in più. Nella classifica per settore: al primo posto il commercio con 998 imprese, seguito da agricoltura con 748, gradino più basso del podio ai servizi di ristorazione con 326 unità ed in ultimo le attività manifatturiere a 208. Altra caratteristica è il peso delle donne stimato in 30,4% e quello degli stranieri nel 4,6%.

“Si tratta di una importante conferma – è il commento del presidente di Confcommercio Fausto De Mare – dell’attività giovanile, da noi più presente in determinati servizi, non è solo una buona risposta alla mancanza di occupazione per i giovani ma produce lavoro diretto.”

Se da un lato il miraggio del posto fisso ha alimentato l’autoimprenditorialità, dall’altro restano dei nodi da sciogliere: accesso al credito e ricambio generazionale nelle aziende storiche.

“Occorre una macchina pubblica – ha concluso De Mare – che si adegui alle esigenze delle imprese, a quello che chiamiamo il mercato reale in cui tutti operiamo”.

Share Button