Patto per la Basilicata 2019, le proposte di Coldiretti

Piazza frutta e verdura - Via Ascanio Persio Matera - ColdirettiMATERA – Competitività, attraverso la semplificazione amministrativa, la riorganizzazione del governo regionale dell’agricoltura, la ricerca e il Psr Basilicata 2014-2020, la sostenibilità ambientale e sociale sono i cardini del “Patto Basilicata 2019” che la Coldiretti ha presentato a Matera nel corso di un incontro con i giornalisti e con dirigenti e iscritti all’organizzazione.

Il documento – presentato dal presidente di Coldiretti, Piergiorgio Quarto – analizza dati e indica percorsi per favorire sostegno e rilancio delle filiere: “La Coldiretti di Basilicata – ha detto – ritiene che la Regione, per superare le criticità ed esprimere pienamente la sua potenzialità, dovrà dotarsi di un modello di sviluppo integrato tra settori economici, rispettoso dell’ambiente, della storia, della cultura e delle tradizioni e, in definitiva, delle specificità territoriali”.

Le aziende agricole in Basilicata sono passate, secondo fonti Istat, dalle 76.034 del 2000 alle 51.722 del 2010 con una riorganizzazione delle dimensioni, passate da 7,1 a 10,3 ettari. I seminativi ricoprono una estensione di 312.618 ettari, pari al 60,22 per cento della superficie agricola regionale. La coltivazione dei cereali di granella è quella più rappresentativa (183.127 ettari con 23.177 aziende interessate). In Basilicata solo il cinque per cento degli imprenditori agricoli ha un’età inferiore a 35 anni.

Share Button