Feneal Uil Basilicata: “attivazioni Voucher INPS in aumento spropositato”

Il segretario regionale Paolicelli: alcune aziende licenziano i propri lavoratori, per poi richiamarli al lavoro con lo strumento dei Voucher facendoli lavorare come se fossero regolarmente assunti

Mino Paolicelli - segretario Feneal-Uil di Basilicata

Mino Paolicelli – segretario Feneal-Uil di Basilicata

“Da un po’ di tempo a questa parte stiamo assistendo, nella nostra Regione, ad un fenomeno sconcertante, sempre più in aumento, che viene perpetrato ogni giorno a danno dei Lavoratori di tutti i settori produttivi”.

A scriverlo in una nota è Cosimo Damiano Paolicelli, segretario regionale della Feneal-Uil di Basilicata il quale rileva che “nonostante il considerevole aumento delle presenze turistiche nella nostra Regione e dell’Economia ad essa correlata, e nonostante la necessità di aumentare gli addetti per garantire la massima accoglienza al flusso continuo dei Turisti, registriamo un aumento dei licenziamenti ed un conseguente calo di nuove assunzioni”.

Paolicelli sottolinea che “se andassimo a verificare il numero di attivazioni di Voucher Inps (cosiddetti buoni lavoro), ci accorgeremmo che il loro numero è spropositamene in aumento, e ormai, sostituisce di fatto tutte le altre forme di assunzione che il jobs act del Governo Renzi ha decretato”.

L’utilizzo dei Voucher INPS, ricorda il sindacalista “la cui indennità è cumulabile e compatibile entro certi limiti con le indennità degli ammortizzatori sociali quali Naspi, Mobilità e Cigs, deve essere temporaneo ed accessorio”.

“Succede però” prosegue la nota “che nel nostro territorio alcune aziende licenziano i propri lavoratori, per poi richiamarli al lavoro con lo strumento dei Voucher facendoli lavorare come se fossero regolarmente assunti”.

Paolicelli richiama dunque, a nome di Feneal-Uil Basilicata, gli organi competenti per il controllo “affinché verifichino attraverso i canali INPS il corretto utilizzo di tale strumento e sanzionino coloro che ne abusano; Contestualmente invitiamo le Associazioni datoriali ed i Consulenti del Lavoro ad informare i propri iscritti o i propri clienti, a limitare l’uso dei Voucher a quello che la legge consente”.

“In mancanza di attenzione nei confronti di questo fenomeno sempre più in uso” conclude Paolicelli “provvederemo a denunciare direttamente le incongruenze agli organi preposti”.

Share Button