2014-2020. Obiettivo: investire con efficacia le risorse.

foto (57)Il 2014-2020 è l’orizzonte temporale a cui guardano università, imprese, istituzioni, sistema creditizio, per avviare processi di sviluppo del territorio. Con la nuova programmazione comunitaria arriveranno infatti in Basilicata, rientrata nell’Obiettivo Convergenza (destinato cioè alle regioni meno avanzate) ingenti risorse.

Si punta per questo sul “dialogo tra gli attori fondamentali dei processi di sviluppo – secondo Alleanza Cooperative – per configurare nuove prospettive di crescita” e mettere in campo “azioni mirate nell’interesse della comunità con maggiore efficacia rispetto al passato”. Di questo si è parlato a Potenza nel corso di una mattinata di studio e dibattito incentrata sul tema “Un modello di innovazione aperta per la Basilicata”, e organizzata dall’Ateneo lucano in collaborazione, oltre che con Alleanza, anche con Confindustria e Confapi Basilicata.

Quattro gli assi su cui investire: energia, industria, turismo e cultura – è emerso durante l’incontro – per fare in modo che le risorse fossili, l’investimento della Fiat a Melfi e relativo indotto, Matera capitale europea delle cultura 2019, diventino progetti di espansione economica endogeni invece che fattori di vantaggio prettamente esogeni.

Share Button