Giunta regionale. In arrivo 10 milioni di euro per l’apprendistato professionalizzante

Raffaele Liberali - Assessore regionale

Raffaele Liberali – Assessore regionale

POTENZA – Su proposta dell’assessore al lavoro, Raffaele Liberali, la Giunta regionale della Basilicata “ha portato da sei a oltre dieci milioni di euro la dotazione finanziaria dell’Avviso sull’apprendistato professionalizzante”.

“Con il provvedimento della Giunta regionale – spiega Liberali attraverso l’ufficio stampa – i vantaggi dell’avviso possono essere estesi ad una platea di 169 aziende e di 257 apprendisti. La sperimentazione – aggiunge l’assessore – garantisce inoltre all’impresa prestazioni di un esperto in grado di interagire con l’apprendista per il trasferimento delle competenze legate ai processi di produzione innovativi o per l’utilizzo di nuove tecnologie e un apporto positivo in termini di prospettiva di sviluppo dell’impresa ospitante”. Uno specifico meccanismo consente inoltre ai datori di lavori di individuare l’Ente per l’erogazione dell’attività formativa, secondo le modalità che meglio si adeguano alle esigenze dell’impresa o dell’attività economica.

“Con tale sperimentazione – evidenzia Liberali – si è inteso affrontare e superare le criticità rilevate nell’applicazione della normativa vigente, sia per quanto riguarda gli aspetti occupazionali che per quanto riguarda gli aspetti formativi”. Liberali ha inoltre annunciato che “è attiva la procedura per l’inscrizione on line alla Banca Dati per l’attivazione dei tirocini extracurriculari. Le informazioni che saranno rese disponibili dai soggetti interessati, attraverso tale procedura, costituiranno un insieme di dati utili ai fini della programmazione delle risorse e della ricerca dei candidati maggiormente coerenti con le caratteristiche dei partecipanti e dei progetti formativi proposti.

“Tale manifestazione – conclude l’assessore – rappresenta uno degli strumenti individuati dalla Regione Basilicata per attivare le risorse di ‘Garanzia giovani’ e favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta”.

Share Button