Matera. Cgil: Camere di Commercio patrimonio da riordinare

Camera di Commercio - CCIAA di MateraMATERA – ”Le Camere di commercio, le aziende speciali e le professionalità che vi lavorano sono un patrimonio per il Paese che non va smantellato, ma riorganizzato, a garanzia del sistema produttivo e della legalità”.

Lo ha detto oggi, a Matera, il segretario nazionale della Filcams Cgil, Elisa Camellini, nel corso del convegno sul tema ”Lavoro, legalità, trasparenza. Qualità dei servizi negli appalti pubblici”, organizzato da Cgil e sindacati dei servizi e della funzionale pubblica.

”Il mantenimento degli albi presso le Camere di commercio – ha detto Camellini – è garanzia di trasparenza per il sistema produttivo anche in materia di appalti. Siamo per il riordino degli enti camerali sulla base dell’efficienza e tenendo conto delle specificità dei territori e delle imprese. I tagli lineari, come dimostrano esperienze passate, sono deleteri con effetti negativi per il Paese. L’applicazione a breve della prima parte della legge Del Rio, che riduce gradualmente il pagamento del diritto annuale, non aiuta a portare avanti riforme pur necessarie. La Pubblica amministrazione continua a essere vista come un costo. Occorre un confronto serie, concreto, che porti all’ammodernamento della Pubblica amministrazione e di enti come le Camere di commercio. La stessa cosa – ha concluso – va fatta per gli appalti, con una seria riflessione sulle direttive europee”.