Confapi Matera: bene trasferimento sede APT, adesso occorre programmare

Confapi MateraMATERA – “Dopo aver manifestato il più vivo apprezzamento per aver deciso il trasferimento della sede legale dell’APT a Matera (modificando di fatto la legge sul Sistema Turistico Regionale), chiediamo al Presidente Pittella di intervenire nuovamente in materia per realizzare alcune disposizioni contenute nella stessa L.R. nr. 7 del 2008”.

Silvio Grassi, vice presidente nazionale di Confapi Turismo e Franco Braia, presidente della Sezione Turismo di Confapi Matera, intervengono nuovamente sulla programmazione turistica all’indomani dell’opportuna decisione della giunta regionale di portare nella città dei Sassi la sede dell’APT.

Occorre innanzitutto provvedere alla stesura del nuovo Piano Turistico Regionale, precisano Grassi e Braia. Il Piano attuale, infatti, è ormai datato e, tra l’altro, incentrato sui Sistemi Turistici Locali che, esaurita la dotazione finanziaria, sembrano vittime di un futuro sempre più incerto.

A tale scopo è certamente auspicabile l’immediata convocazione del Tavolo Tecnico, altro strumento previsto dalla legge in questione, partecipato dalle associazioni di categoria, ma da troppo tempo non convocato. Il PTR, che è il principale strumento di programmazione del settore, deve essere il frutto di un’intensa attività di concertazione con i principali attori privati e non un manuale pubblicato da “esperti”.

Infine, pur apprezzando lo sforzo che anche quest’anno l’APT sta mettendo in campo per assicurare continuità nella promozione della regione (basti ricordare la ben orchestrata partecipazione alla recente BIT), Confapi gradirebbe sapere se ad oggi è stato elaborato il piano annuale di marketing dell’Agenzia di Promozione e in tal caso quale sia il contenuto.

Share Button