Itinerari Federiciani: Incontro a Potenza tra PMI e Buyer tedeschi

Incontro nelle sale del Comune di Potenza

Incontro nelle sale del Comune di Potenza

POTENZA – Nella giornata di ieri, 10 settembre, sono arrivati a Potenza i buyer tedeschi e le delegazioni delle 98 Piccole e medie imprese dell’agroalimentare, dell’artigianato e del turismo che da oggi 11 a domani 12 partecipano al progetto denominato “Valorizzazione del patrimonio culturale nel Mezzogiorno: gli itinerari Federiciani”.

Una occasione ideata e promossa dalla Camera di Commercio di Potenza, capofila del progetto  realizzato in collaborazione con Mondimpresa e con la Camera di commercio italiana per la Germania e cofinanziato da Unioncamere nazionale e dal contributo delle Camere di Commercio di Messina, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Matera e Taranto.

Il programma ha visto il saluto ufficiale di benvenuto presso il Palazzo di Città a Potenza con le autorità camerali ed istituzionali, primi fra tutti il Sindaco di Potenza Vito Santarsiero ed il Presidente della Provincia Piero Lacorazza. Inoltre, è stato donato agli ospiti tedeschi il volume dal titolo “Il Vulture – dall’unità al brigantaggio” scritto da Carlo Palestina.

Dopo la cena presso un noto ristorante potentino per far degustare i primi prodotti, quest’oggi l’attenzione è rivolta al Castello di Lagopesole dove i buyer tedeschi e le 98 Pmi dell’agroalimentare, dell’artigianato e del turismo del Sud Italia aderenti all’iniziativa si incontrano per discutere di proposte e pacchetti da realizzare nei territori in cui sono tangibili le tracce di Federico II, personaggio su cui vertono le attività di recupero storico per uno straordinario connubio con la cultura tedesca.

“E’ da diverso tempo che operiamo in Germania, un Paese interessato all’Italia e che ha l’opportunità di conoscere una Regione del sud ancora vergine – ha dischiarato il presidente della Cciaa potentina, Pasquale Lamorte. Il progetto di ospitalità dei buyer si pone l’obiettivo di far vivere il territorio e le sue peculiarità. La risposta da parte degli operatori del potentino è stata più che soddisfacente. Ne abbiamo 24, alcuni in rappresentanza di più soggetti, a testimonianza del concetto di rete che si sta diffondendo in maniera graduale ma costante. “

Una rete messa in atto anche tra le istituzioni, grazie alla collaborazione di Enti e organismi che hanno sostenuto l’iniziativa come la Regione Basilicata, il Gal Sviluppo Vulture Alto Bradano, i Comuni di Potenza, Avigliano, Melfi e Venosa, le Pro Loco di Melfi e Castel Lagopesole.

Al termine dei lavori di Lagopesole vi sarà il transfert per Venosa, dove gli ospiti riceveranno un saluto di benvenuto da parte del Commissario Prefettizio ed assisteranno in serata allo spettacolo teatrale su Federico II presso la piazza del Castello “Pirro del Balzo”.