UIL di Basilicata: “Continua perdita di Occupati”

sicurezza lavoroPOTENZA – Il mercato del lavoro lucano ha perso circa tremila occupati tra il terzo e il quarto trimestre del 2012 (da 188 mila a 185 mila lavoratori), con un tasso di occupazione pari al 47,2 per cento: nello stesso periodo, diminuiscono le percentuali di lavoro per l’agricoltura e per le costruzioni, mentre si registrano lievi incrementi per l’industria.

Le cifre emergono dalla terza nota trimestrale della Uil, riferita agli ultimi tre mesi del 2012, e presentata stamani, a Potenza, nel corso di un incontro, dal segretario lucano del sindacato, Carmine Vaccaro.

Il tasso di disoccupazione è del 12,6 per cento: sono 26.770 circa le persone in cerca di un lavoro. Per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali, le ore totali a dicembre sono state 1,87 milioni per 11.012 lavoratori (1,38 milioni a marzo 2013, per 8.133 lavoratori).

Nel primo trimestre 2013 il totale delle nuove imprese iscritte, comprese quelle agricole, è stato di 992 aziende, a fronte di un totale di cessazioni pari a 1.653, con un saldo negativo di 661, superiore ai dati riferiti ai tre mesi precedenti.

“E’ vero – ha detto Vaccaro – che nessuno ha la bacchetta magica per risolvere una crisi profonda e ormai strutturale, ma è necessario che sulla base di dati precisi si metta in piedi un programma preciso per il prossimo futuro: la politica è miope ed è concetrata solo sui suoi problemi, mentre i sindacati, in modo unitario, stanno costruendo un percorso con alcuni assi, l’edilizia, gli accordi con le grandi imprese e una staffetta generazionale tra operai in pensione e nuovi assunti, anche con il sostegno dei fondi che dovrebbero andare alla card benzina”.

Share Button