Matera 2019: dalla Basilicata a Ravenna per il “Purgatorio”

La comunità della città lucana sarà coinvolta nello spettacolo

Una rappresentanza di cittadini di Matera parteciperà il 9 settembre a Ravenna alle commemorazione annuale della morte di Dante Alighieri. L’iniziativa – è specificato in una nota della Fondazione “Matera-Basilicata 2019” – anticipa quanto previsto nel programma per la “Capitale europea della cultura 2019”, con la comunità materana coinvolta nella creazione di “Purgatorio – Chiamata Pubblica per la Divina Commedia” di Dante Alighieri.

RAVENNA FESTIVAL. INFERNO – chiamata pubblica per la “Divina Commedia” di Dante Alighieri, ideazione, direzione artistica e regia Marco Martinelli ed Ermanna Montanari

Il lavoro – coprodotto da Fondazione Ravenna Manifestazioni e Fondazione Matera-Basilicata 2019 in collaborazione con il Teatro delle Albe/Ravenna Teatro e Iac-Centro Arti Integrate di Matera – prevede 15 repliche dello spettacolo “Purgatorio” tra maggio e giugno 2019.

La rappresentazione rientra all’interno del progetto “La Divina Commedia 2017-2021” di Marco Martinelli e Ermanna Montanari del Teatro delle Albe. Il “Purgatorio”, che “ha al centro il tema della ‘redenzione’ di Dante nel superare la vergogna”, sarà oggetto di riflessione per Matera “nel solco di un percorso che l’ha portata a essere negli anni Cinquanta luogo di vergogna nazionale per lo stato di degrado dei rioni Sassi a sito Unesco nel 1993 e alla proclamazione nel 2014 di Capitale Europea della Cultura”.

Il Comune di Matera e la Fondazione “Matera-Basilicata 2019”, intanto, nel corso di un incontro al quale hanno partecipato l’assessore al turismo, Mariangela Liantonio, il presidente e il direttore della Fondazione, Salvatore Adduce e Paolo Verri, hanno concordato di coordinare insieme tutte le attività turistiche in vista dell’anno da Capitale europea della cultura. Nell’iniziativa sarà coinvolta anche l’Azienda di promozione turistica.