Teatro: a Matera ‘Talia’ porta in scena il dialetto.

salit-i-mnaciddMatera – Fine settimana a Matera nei rioni Sassi, per tutta l’estate, con l’obiettivo di far conoscere a
concittadini e turisti la tradizione del teatro dialettale, partendo da consuetudini che rafforzavano o complicavano, tra sensibilità e ironia, i rapporti tra famiglie come poteva essere il rito dell’estremo saluto a un congiunto e la presenza di spiriti burloni come i “monacelli”. L’associazione Talia teatro, diretta da Antonio Montemurro, presenterà a cominciare da venerdì 22 luglio la commedia dialettale in due atti “Salit i’ m’nacedd’r” (Condoglianze e monacelli). Il lavoro, che rientra nella rassegna “Teatro a spuntino” si terrà nel Teatro del Sasso, attivato nel Sasso Barisano dalla stessa compagnia per avvicinare, con spettacoli riservati a un pubblico a numero contenuto, al teatro dialettale e favorire un
rapporto continuo con lo spettatore. “Il nostro – ha detto Montemurro – vuole essere un teatro in cui la parola dell’attore fa da ponte tra il pensiero dell’autore e quello dello spettatore. Una occasione per emozionarsi, ridere, piangere e pensare”.

 

Share Button