Il concerto della Banda della Guardia di Finanza

Schermata 2013-06-26 alle 12.40.24

MATERA – 102 esecutori superbamente armonizzati dal Maestro, il direttore T.Col. Leonardo Laserra Ingrosso, brani intensi scelti accuratamente per l’occasione, così da creare un’atmosfera di estrema sensibilità emotiva.

A fare da scenario, l’incantevole Piazza San Pietro Caveoso, a Matera, dove ieri sera, dinanzi ad una nutrita cornice di interessato pubblico, si è esibita la prestigiosa banda della Guardia di Finanza.

Repertorio eterogeneo quello proposto: dalla marcia d’ordinanza di D’Elia, all’Ouverture del Tannhäuser di Wagner, dal gran finale dell’atto II dell’Aida di Verdi, alle colonne sonore dei film “La vita è bella” ed “Il Gladiatore”, dando ovviamente spazio anche all’Inno di Mameli.

Brani coinvolgenti, quelli proposti in un evento rientrante nei festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Bruna, con madrina d’eccezione la giornalista Rai Carmen Lasorella ed a cui ha voluto partecipare anche il cantautore lucano Pino Mango, a Matera proprio per seguire il concerto della Banda della Guardia di Finanza, nata ufficialmente nel 1926, allorché furono riunite in un’unica compagine strumentale le diverse fanfare, istituite dal 1883 presso molti reparti del Corpo.

I 102 elementi che stabilmente compongono la banda sono provenienti dai diversi conservatori italiani, accuratamente selezionati tramite concorso nazionale. Durante la sua lunga e intensa attività concertistica, la Banda si è esibita presso le più prestigiose istituzioni musicali italiane, e dopo ieri, alla sua lunga lista, può aggiungere la straordinaria piazza san Pietro Caveoso, dove si è confermata una delle più prestigiose a livello internazionale, grazie alle sue doti di fusione, qualità del suono e sensibilità interpretativa.