Archeologia, il mare di Taranto restituisce preziosa statuetta ellenica

Custodita dal mare di Taranto per secoli la statuetta che raffigura una donna. Si tocca il piede, forse in un momento di ristoro alle terme, come era uso dell’epoca cui probabilmente il reperto risale: parliamo del 4 secolo a.C. “Potrebbe essere di fattura ellenica – spiega il sindaco Ippazio Stefano, orgoglioso del rinvenimento. Ora sarà valutata dagli esperti. Intanto possiamo dire che si tratta di un fatto importante non solo per Taranto ma per tutto il Mezzogiorno. Un fatto che sia di buon auspicio per il futuro di Taranto. Stiamo lavorando affinché il reperto diventi patrimonio della nostra città”.

La statuetta, alta circa 40 cm, è stata ritrovata durante una immersione dal sub Luca Dinoi: “Ho urtato con il gomito qualcosa che ha subito attirato la mia attenzione. Era la testa della statua. Ho subito percepito che si trattasse di qualcosa di importante, così abbiamo avvisato il sindaco”.

Si riserva di rendere noto il luogo del rinvenimento, per evitare furti. La statuetta infatti potrebbe essere solo una parte di un tesoro molto più vasto e prezioso.

 

Share Button