A Parigi “Il Viale dei Canti”. Nell’opera multimediale anche i versi di Leonardo Sinisgalli

L’opera su un muro dell’Istituto italiano di cultura a Parigi

I versi di “Private prospettive” di Leonardo Sinisgalli – il poeta nato a Montemurro nel 1908 e morto a Roma nel 1981 – sono stati riprodotti lungo una delle pareti dell’Hotel de Galliffet, a Parigi, sede dell’Istituto italiano di cultura nella capitale francese.

“Il viale dei canti” – come è stata “ribattezzata la straordinaria opera d’arte multimodale” – propone anche versi di Giacomo Leopardi, Alfonso Gatto, Lorenzo Calogero e Bartolo Cattafi ed è stata inaugurata il 26 maggio scorso.

Un momento dell'incisione con la tecnica dello spolvero su un muro dell'Istituto Italiano di Cultura a Parigi

Un momento dell’incisione con la tecnica dello spolvero su un muro dell’Istituto Italiano di Cultura a Parigi

La Fondazione Leonardo Sinisgalli ha spiegato che l’opera murale “si compone di un graffito e di un circuito acustico realizzati in un arco temporale di circa due mesi, grazie al lavoro congiunto di diversi esperti”.

 

Il graffito è stato ideato da Giuseppe Caccavale “come uno speciale viaggio nella poesia italiana fra Otto e Novecento”, mentre il “progetto sonoro” è di Stefano Gervasoni: “Attraverso sei diffusori acustici nascosti nella parete, è possibile ascoltare i versi delle poesie, cantati e recitati dalla mezzosoprano Monica Bacelli, uniti a voci e suoni provenienti dal cantiere, che umanizzano il muro e lo rendono parlante, accogliente”. (ANSA)

Share Button