Matera. Dal 15 giugno torna l’antologica di scultura nei Sassi

Ivan Focaccia (Presidente La Scaletta) presiede la conferenza stampa

Ivan Focaccia (Presidente La Scaletta) presiede la conferenza stampa

MATERA – Spazio agli artisti della Basilicata per la mostra antologica di scultura che il circolo culturale ”La Scaletta” organizza ogni anno nei rioni Sassi all’interno dei suggestivi spazi delle chiese rupestri di San Nicola e Madonna delle Virtù.

Lo ha reso noto il presidente del sodalizio culturale, Ivan Focaccia, in una conferenza stampa a cui hanno partecipato tra gli altri il presidente della Fondazione Zetema, Raffaello De Ruggieri, il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, la curatrice della mostra, Beatrice Buscaroli e l’editore Giuseppe Barile.

Dal 15 giugno al 18 ottobre saranno esposte 70 opere, realizzate con tecniche e materiali diversi, di Dario Carmentano, Franco Di Pede, Donato Linzalata, Pierfrancesco Mastroberti, Rocco Molinari, Giulio Orioli, Antonio Paradiso, Donato Rizzi, Domenico Viggiano, Salvatore Sebaste, Margherita Serra, Francesco Marino di Teana e Francesco Pesce entrambi deceduti.

”Matera – ha sottolineato Focaccia – con questa iniziativa, legata alla valorizzazione della produzione artistica di Basilicata, può in questo modo aggiungere un altro tassello alla costruzione della ambizione ad essere prescelta quale Capitale Europea della Cultura 2019”.

La curatrice della 27/a edizione della mostra e del catalogo, Beatrice Buscaroli, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Bologna, già commissario per la ”Quadriennale di Rom” e curatore del”Padiglione Italia” alla Biennale di Venezia, ha messo in risalto le peculiarità degli artisti.

”Sono accomunati – ha detto Beatrice Buscaroli – da studi antropologici e dal rapporto con la spiritualità che unisce natura e storia”. Adduce ha rimarcato la tenacia con la quale i soci de La Scaletta hanno ripreso il lavoro delle mostre, dopo la pausa forzata dello scorso anno a causa di difficoltà finanziarie.

”Al circolo La Scaletta – ha detto Adduce – va l’incoraggiamento ad andare avanti. Apprezziamo la testardaggine nell’organizzare un nuovo evento che guarda all’arte di questa terra e alle tante risorse da far conoscere e promuovere”. De Ruggieri ha parlato della missione ”politico-culturale” della mostra, ripercorrendo le tappe che hanno caratterizzato l’operato del circolo culturale. ”Ci siamo chiesti in passato – ha detto De Ruggieri – se questa terra avesse una storia e poi arte, architettura, scultura. La mostra va in questa direzione e consolida un impegno, che guarda a Matera 2019”.

Il catalogo con le foto delle opere esposte e le biografie degli artisti è realizzato dalle prestigiose edizioni di Giuseppe Barile. La gestione della mostra è garantita dai soci del circolo La Scaletta confluiti nella impresa culturale “Cave Heritage”.

Share Button