Ecoc 2027, delegazione di Evora in visita a Matera

Matera. Accolti all’arrivo dallo staff della fondazione Matera-Basilicata 2019 ,una nutrita delegazione di Evora – città portoghese , patrimonio Unesco – è giunta nella Città dei Sassi poiché pronta a candidarsi a capitale europea della cultura. Nel 2027, infatti, toccherà alla Lettonia e al Portogallo esprimere le due capitali. E, proprio come è successo per Matera, a dieci anni di distanza ci sono città che si stanno già preparando per affrontare nel migliore dei modi la competizione.

“Abbiamo preparato per loro – ha detto Rossella Tarantino, manager Sviluppo e relazioni della Fondazione – un fitto programma di appuntamenti. La delegazione di rappresentanti istituzionali ed operatori culturali ha incontrato lo staff della Fondazione per conoscere le azioni realizzate negli anni della candidatura, ma anche per immaginare possibili azioni di cooperazione, mentre la giornata di oggi è stata dedicata agli incontri istituzionali con il Comune di Matera, con la Provincia e con la Regione.

In municipio la delegazione di Evora è stata ricevuta dall’assessore alla Pianificazione strategica e al Turismo Enzo Acito e da Antonio Nicoletti, dirigente di staff per la programmazione europea e i fondi strategici che hanno descritto alcuni dei passaggi fondamentali che hanno condotto alla vittoria della città. Dal percorso di trasformazione che sta conducendo Matera verso la comunità digitale, per giungere al turismo lontano dalla concezione del mordi e fuggi. Strategico anche essere in grado di operare in team e di saper gestire fondi, progetti e meccanismi di investimento, questi ultimi vero perno attorno al quale costruire anche le opportunità occupazionali.

La vera sfida, hanno spiegato sia l’assessore Acito che Antonio Nicoletti, è rappresentata da politiche di sviluppo e attrattività imprenditoriale che non danneggino il vero volto del luogo, che nel caso di Matera e di Evora è tutelato dall’Unesco.