L’associazione “Giovanni Falcone” presenta il decimo concorso nazionale di “Poesia Inedita Catino 2017”

Un evento voluto fortemente dalla popolazione del quartiere Catino di Bari, per uscire da quel contesto di periferia e di abbandono che lo spesso ha caratterizzato. Dopo nove anni di pausa, l’associazione “Giovanni Falcone” organizza il decimo concorso nazionale di “Poesia Inedita Catino 2017”, a cui potranno partecipare tutti, a partire dal 18esimo anno di età. Un concorso nazionale di poesia che coinvolgerà anche i detenuti del carcere di Bari, come illustrato da Valeria Piré, reggente della casa circondariale di Bari e Altamura. “I detenuti saranno affiancati dai ragazzi della scuola media che ha sede nel carcere, affinché possano intraprendere un percorso educativo e formativo” ha dichiarato Valeria Pirè. Tre le categorie previste dal decimo concorso: lirica in lingua italiana, lirica in vernacolo ed una sezione dedicata alle composizioni poetiche che hanno per protagonista Giovanni Falcone. A 25 anni dalla morte del giudice, di sua moglie Francesca Morvillo e dei componenti della scorta, è pronto dunque il nuovo bando di concorso nazionale, i cui termini di presentazione degli elaborati scadranno il 30 aprile.

Share Button