Capitale della cultura 2018, Aliano conquista Firenze

La candidatura della città materana presentata a Palazzo Vecchio: un filo ideale nel nome di Carlo Levi

Aliano conquista Firenze: la delegazione della città in provincia di Matera ha incassato direttamente in riva all’Arno dalla giunta fiorentina l’endorsement verso la scelta della capitale italiana della cultura 2018.

Nella culla dell’arte per presentare la lucida follia di essere, tra due anni, capitale nazionale della cultura. Aliano, piccolo comune di circa 1000 abitanti in provincia di Matera, sciacqua i panni in Arno e incassa l’appoggio di Firenze nella corsa che il 15 novembre prossimo svelerà la short list delle 10 candidature tra cui sarà scelta la vincitrice. Un legame importante nel nome di Carlo Levi, che proprio a Firenze scrisse “Cristo si è fermato a Eboli” sulla sua esperienza di confinato politico ad Aliano negli anni del Fascismo.

Per la delegazione di Aliano capeggiata dal sindaco Luigi De Lorenzo un risultato importante, consolidato anche dalla volontà confermata di siglare un gemellaggio tra il comune Materano e Firenze, nel solco di quelli avviati con Torino, città natale di Carlo Levi, e Alassio, luogo di soggiorno dello scrittore e pittore piemontese.

Share Button