Potenza? La città che gioca! Ecco gli appuntamenti di Amerete

AMERETEQuattro appuntamenti a partire dal 9 ottobre prossimo e poi il 14 e 15 novembre; ancora febbraio 2016 ed infine un evento conclusivo ad aprile del prossimo anno, per innescare la voglia di partecipazione. La rete di volontariato Amerete Potenza, proseguendo il cammino avviato da circa quattro anni, ha messo in campo un calendario di iniziative dal titolo “Potenza, La città che gioca”, presentato stamane nel corso di una conferenza stampa.

“Il gioco è uno strumento decisivo – ha detto Gianluca Caporaso, CSV – che consente di attivarsi e di apprendere interagendo. L’obiettivo è quello di portare quante più persone possibili ad immaginare una città nuova e di farlo insieme agli altri”.

Ciascun appuntamento si svolgerà in un luogo diverso della città: Montereale, la parrocchia di Sant’Anna, contrada Bucaletto e il centro storicio, e sarà curata dalle associazioni che costituiscono Amerete. Una città della partecipazione è stato detto stamane per invertire una tendenza culturale. “Potenza ha bisogno di uscire dalla situazione di torpore in cui generalmente si trova” – ha commentato il parroco Don Franco Corbo.

Il primo appello al gioco sarà dunque il 9 e il 10 ottobre. Gli appuntamenti sono a numero chiuso ed aperti a tutti. Per partecipare basterà invierà una mail ad info@ameretepotenza.it.