Matera. Sono stati 1500 i visitatori nel solo mese di Agosto alla “Cripta del Peccato Originale”

Un buon 20 per cento di turisti è composto da stranieri, a cominciare dai russi, seguiti da francesi, inglesi e tedeschi.

Cripta del Peccato Originale - MateraSono stati 1.500 nel solo mese di agosto a Matera i visitatori della Cripta del Peccato originale, nota come le “Cappella sistina del rupestre”, situata nella gravina del Bradano.

Il sito culturale, oggetto di un restauro esemplare e unico effettuato dalla Fondazione Zetema, è stato visitato da comitive di italiani venute in prevalenza da regioni del centro nord o in vacanza nelle località marine lucane e della Puglia. Un buon 20 per cento di turisti è composto da stranieri, a cominciare dai russi, seguiti da francesi, inglesi e tedeschi.

La presenza dei turisti russi, cominciata lo scorso anno, rientra in un tour che tocca Bari e raggiunge Matera con la “Cripta del Peccato originale” per la presenza di un ciclo pittorico del nono secolo dopo Cristo con Santi e Madonne e di iconografie del vecchio e nuovo Testamento, attribuito al “pittore dei cento fiori”. Dall’inizio dell’anno a oggi la Cripta, gestita dalla cooperativa Artezeta, ha avuto finora oltre settemila visitatori che possono fruire di audioguide multilingue, compreso il russo. Rispetto al 2014 si è registrato un aumento del 20 per cento di turisti, che prediligono – da quanto si è appreso – le visite “suggestive” nelle ore serali.