Muro Lucano, e la sesta “Notte della Luce” in ricordo di San Gerardo

Notte della Luce - Muro LucanoMURO LUCANO – I colori ed i suoni di uno spettacolo straordinario, basato sulla fede nel nome di San Gerardo Maiella. Ha avuto luogo a Muro Lucano la 6a edizione della “Notte della Luce”, evento organizzato dall’amministrazione comunale e piena espressione di una comunità che ha voluto abbracciare nuovamente il proprio Santo, spirato a soli 29 anni il 16 ottobre del 1755. Un evento, patrocinato da Regione Basilicata, APT, Comunità Europea e CSR Marmo Melandro, che ha attirato un numero crescente di visitatori provenienti dai centri mariani di Basilicata, Campania e Puglia, e terminato con gli intensi fasci luminosi diretti al cielo.

La splendida cartolina offerta dalla città nord occidentale del potentino, ha preso vita al pomeriggio con la Santa Messa presso il Santuario di Capodigiano, poi la Via Lucis si è diretta verso il Borgo Pianello, luogo natio del Patrono di Basilicata, fino a giungere in Via Roma.

“Arrivederci in Paradiso” per la regia di Giampiero Francese ha raccontato gli ultimi momenti di vita di San Gerardo facendo risplendere la zona del Castello ed il Belvedere Torrione. Poi, le centinaia di spettatori si sono riversate in Piazza Don Minzoni, dove è avvenuto il suggestivo lancio delle lanterne dei desideri intervallato da esibizioni teatrali e musicali grazie ad un’orchestra in abiti del settecento composta da sessanta artisti. Alle 21, la veglia di preghiera di Monsignor Giustino D’Addezio, verso il giorno del ricordo già stampato nella mente e nel cuore di tutti.