Suggestioni di luci e di suoni, torna “Mater sacra…ricordati di me”

MATERA – Matera capitale del turismo religioso. È quello che potrà accadere, ancora una volta, dopo il grande successo delle prima edizione, con “Mater Sacra…ricordati di me”, spettacolo di luci, suoni e drammaturgia e la rievocazione della passione di Gesù, nella settimana santa, dal 5 all’8 aprile. Con una presenza turistica giornaliera stimabile fra le 4mila e le 6mila unità, l’evento si candida a diventare elemento portante dell’offerta, accanto agli altri due grandi appuntamenti, dal carattere squisitamente religioso ed evocativo: il presepe vivente e il 2 luglio. L’evento, fortemente voluto dalle associazioni cittadine dei commercianti e degli artigiani, con in testa la Camera di Commercio, conta sulla direzione artistica dell’attore Domenico Fortunato, sul coordinamento del consigliere comunale Nicola Trombetta e sulla collaborazione dell’ente parco. Ente capofila nella promozione è il Comune di Matera, insieme alla Provincia e alla Regione Basilicata. Parti tutte rappresentate, questa mattina, nella conferenza stampa di presentazione, alla quale ha preso parte anche Gianpiero Francese, che di Mater Sacra cura la regia. Quattro giorni, dunque, ha spiegato lo stesso Francese, ognuno con una sua precisa connotazione e uno suo specifico significato, per un grande momento di coinvolgimento emotivo, che vedrà protagonista il Belvedere di Murgia Timone, con la riproduzione della Crocifissione e dei due ladroni. Monologhi, voci narranti e spettacoli di luci, con una installazione tecnica arricchita: duecento i fari impiegati, fra tradizionali ed intelligenti. Il tutto visibile da ogni affacciata sui Sassi. Ma anche ascoltabile, grazie alla diffusione audio che consentirà di apprezzare i racconti e le narrazioni degli undici doppiatori specializzati. Appuntamento quindi giovedì 5 aprile, dalle 20 alle 21 e 30, venerdì 6 aprile, alle 21 e 30. Due spettacoli sabato 7 aprile, rispettivamente alle 20 e 30 e alle 21 e 30. Saranno “suggestioni di luci e suoni” infine ancora domenica, dalle 20 alle 21 e 30. Centro storico chiuso al traffico, in occasione delle serate dell’evento.

 

Share Button