Altamura, sequestrati 10mila litri di gasolio di contrabbando: denunciato un altamurano

Oltre 10 mila litri di gasolio, un autoarticolato e una cisterna sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Bari e dai militari della Compagnia di Altamura nell’ambito di un’operazione di controllo del territorio finalizzato a prevenire e contrastare traffici illeciti e il contrabbando di prodotti petroliferi. L’autista dell’autoarticolato è stato invece denunciato all’Autorità giudiziaria. In particolare, le Fiamme Gialle altamurane hanno intercettato lungo la stradale provinciale 235 di Santeramo e deciso di pedinare un autoarticolato telonato con targa italiana che, dopo alcune manovre sospette, ha imboccato una strada sterrata per poi concludere la propria corsa in un piazzale nei pressi di un casolare di campagna. La pattuglia è quindi intervenuta sul posto per controllare il carico che è poi risultato essere costituito da una cisterna della capacità di 30.000 litri, contenente gasolio per uso agricolo. I militari hanno, quindi, richiesto la documentazione amministrativo-contabile legittimante il possesso del prodotto petrolifero al soggetto controllato il quale, però, non è stato in grado in alcun modo di giustificare la disponibilità del carburante. I Finanzieri hanno di conseguenza riscontrato l’illecita provenienza del gasolio, procedendo al sequestro e alla denuncia per il reato di ricettazione. Complessivamente, dall’inizio dell’anno, sono 45mila i litri di gasolio di contrabbando sequestrati dalla Guardia di Finanza di Altamura per un valore commerciale di circa 70mila euro e sono 9 i soggetti denunciati all’Autorità Giudiziaria, individuati quali responsabili dei traffici illeciti.

Share Button