Controlli della Polfer nelle stazioni e nei treni: tre arresti e sei denunce

Tre persone arrestate, sei indagate, quattro segnalate all’autorità amministrativa per possesso di stupefacenti e 15 grammi di hashish sequestrati e più di 4.604 persone controllate. E’ questo il bilancio della Polizia Ferroviaria nel periodo di ferragosto.

Le stazioni e i treni sono stati messi al setaccio con un servizio per la sorveglianza e la sicurezza che ha visto l’impiego di 101 pattuglie nelle stazioni e 31 a bordo dei treni. Cinquantuno convogli ferroviari, in particolare quelli di lunga percorrenza diurna/notturna della tratta Lecce-Bolzano, sono stati scortati.

Nell’ambito dell’operazione, denominata “Operazione Ferragosto”, è stato arrestato un pregiudicato barese responsabile del furto di una borsa contenente denaro, documenti e monili in argento, rubata a una passeggera del Frecciabianca Milano- Bari. La borsa è stata recuperata e restituita alla legittima proprietaria.

Sono stati arrestati anche due rumeni, uno era già indagato per furto aggravato di una borsa a danno di un’anziana signora di Capaccio (in provincia di Salerno). L’uomo risultava, infatti, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno.

Il secondo, invece, allontanato dal territorio nazionale nel 2014 in esecuzione di misura di sicurezza emessa dal Tribunale di Foggia, in quanto condannato per tentato omicidio, era rientrato illegalmente in Italia.

Tra le denunce anche quella del 60enne italiano che nella stazione di bari aveva palpeggiato e cercato di baciare una turista coreana.