“Filiera del falso”, la Guardia di Finanza sequestra circa 300 capi contraffatti

L’operazione è stata portata a termine dalle fiamme gialle di Molfetta

E’ un fenomeno ormai in evoluzione quello della commercializzazione di capi di abbigliamento contraffatti di note griffe nazionali ed internazionali, costantemente monitorato dalla Guardia di Finanza. Le “filiere del falso”, che utilizzavano quasi esclusivamente cittadini extracomunitari per la vendita al dettaglio, eseguita per strada all’interno di mercati settimanali e di fiere, ora si avvalgono anche di italiani, i quali esercitano l’attività illecita all’interno delle proprie abitazioni o di locali apparentemente in disuso, allestiti come vere e proprie boutique e pubblicizzate attraverso profili dedicati sui social. Un’ulteriore punto vendita è stato scoperto dalle fiamme gialle di Molfetta, insospettiti dall’accesso di numerose persone, in orari inconsueti, all’interno di un locale a piano terra, ubicato nella città vecchia. Sono stati ritrovati e sequestrati 289 capi di abbigliamento contraffatti tra felpe, scarpe, giubbini, camice, cappellini e tute di note griffe privi dei requisiti di sicurezza. Un vero e proprio negozio di abbigliamento, con specchi, banconi, scaffali ed espositori, in
cui i capi di abbigliamento erano suddivisi per tipologia ed esposti per la vendita.

Share Button