Elezioni comunali a Bari: la Procura apre un’inchiesta per “voti di scambio”

“La Procura della Repubblica ha aperto più fascicoli d’inchiesta sulla base delle informative depositate nei giorni scorsi dalla Digos. I reati sarebbero stati commessi nel corso della campagna elettorale da esponenti di diversi schieramenti politici”. Lo scrive Repubblica Bari, parlando esplicitamente dell’apertura di un’inchiesta per “voti di scambio” alle elezioni che il 26 maggio scorso hanno rinnovato il Consiglio comunale del capoluogo pugliese. Ai diversi fascicoli, tutti al momento a carico di ignoti, lavorerebbero più magistrati. Altre segnalazioni sarebbero giunte in Questura, in forma anonima o firmate. Diversi i metodi di pagamento ipotizzati, anche direttamente in denaro o attraverso rimborsi di rappresentanti di lista, o promesse di lavoro.

Share Button