Bitonto, blackout al tribunale: sospese le udienze

Nell’aula bunker di Bitonto due giorni dopo l’allarme bomba un blackout che ha causato lo stop alle udienze

Giustizia senza pace a Bari. Anche le sedi distaccate individuate per sopperire all’emergenza dopo l’inagibilità e lo sgombero definitivo del Palagiustizia di via Nazariantz continuano a registrare problemi tecnici e non. Un problema tecnico temporaneo all’impianto di illuminazione dell’aula bunker della sede di Bitonto ha lasciato al buio in mattinata le aule dove si stavano celebrando i processi, costringendo alla sospensione di alcune udienze fino a quando la luce è tornata e le attività sono riprese regolarmente. A due giorni dall’allarme bomba nella stessa aula bunker, che ha costretto alla evacuazione e all’intervento degli artificieri, nuovi disagi in una delle sedi della giustizia penale barese, da ormai diversi mesi divisa in più edifici a causa della inagibilità per rischio crollo del vecchio Palagiustizia di via Nazariantz (sgomberato a dicembre). Intanto nelle altre sedi giudiziarie (la nuova Procura di via Dioguardi al quartiere Poggiofranco e l’ex sezione distaccata di Modugno dove attualmente è dislocato il Tribunale) sono in corso i controlli e le bonifiche da parte di artificieri e unità cinofile – con conseguente momentaneo sgombero delle aule e sospensione delle udienze – disposti per motivi di sicurezza dopo l’allarme bomba di due giorni fa a Bitonto.

Share Button