Allarme bomba, evacuata la sede del Tribunale Bari-Bitonto

Evacuato per un allarme bomba il Tribunale di Bitonto, ex sezione distaccata del Tribunale di Bari attualmente sede dell’aula bunker e delle udienze della sezione gip-gup (udienze preliminari e processi con rito abbreviato). A quanto si apprende sarebbero arrivate mail con annuncio di una esplosione del palazzo agli indirizzi di posta elettronica istituzionali delle cancellerie dei giudici. Avvocati, magistrati, cancellieri e polizia giudiziaria sono tutti nel cortile, all’esterno del palazzo, in attesa degli artificieri. “Volevamo avvisare il ministro Bonafede che, oltre a misurare i parapetti del Tribunale di Milano, dovrebbe preoccuparsi che in questo Paese c’è un capoluogo di regione, Bari, che non ha un Tribunale. A Bitonto, dove oggi c’è stato un allarme bomba che ha costretto a sospendere le poche udienze che si riescono a fare, non abbiamo neanche sorveglianza notturna”. Lo dichiara Michele Laforgia, uno dei penalisti che insieme a decine di colleghi, questa mattina ha dovuto abbandonare il Tribunale di Bitonto, ex sezione distaccata di Bari, a causa di un allarme bomba. La sede di Bitonto attualmente ospita le udienze gip-gup a causa della situazione dell’edilizia giudiziaria barese ancora divisa in otto diverse sedi in attesa di un unico Palazzo di Giustizia. “Una situazione – ha detto ancora l’avvocato Laforgia – che rende impossibile il lavoro di magistrati, cancellieri e avvocati, come si dimostra stamattina. Qualcuno dovrebbe preoccuparsene, forse il ministro della Giustizia”.

Share Button