Acquaviva, ragazza ferita da bus all’uscita da scuola. Il padre: “Situazione pericolosa”

Poche corse per i 2500 che frequentano gli istituti nei pressi della stazione. Calca e attraversamenti sui binari mettono a rischio l’incolumità dei ragazzi

Una scuola da un lato, due dall’altro. In mezzo la ferrovia, e un percorso con non pochi ostacoli per raggiungere la fermata dell’autobus per tornare a casa. Siamo ad Acquaviva, vicino alla stazione ferroviaria, dove pochi giorni fa due ragazze sono state letteralmente investite dall’autobus sul quale stavano cercando di salire, in mezzo alla calca che ogni giorno si crea per salire sui mezzi. Pochi, secondo ragazzi e genitori, per le centinaia di studenti pendolari.

La richiesta dei genitori, e anche dei docenti responsabili degli istituti, è da un lato di aumentare il numero delle corse, e dall’altro di garantire la sicurezza dei ragazzi, vigilando anche su coloro che per non prendere il sottopassaggio della stazione attraversano pericolosamente i binari.

Share Button