Battuta d’arresto per il Matera calcio in Sicilia contro il Sicula Leonzio

Un Matera calcio quasi irriconoscibile quello visto in Sicilia ieri pomeriggio, dissonante, e non poco, rispetto ai biancazzurri vincenti e convincenti per due reti a a zero, qualche giorno fa, in casa contro il Rieti. Un secco tre a zero contro un Sicula Leonzio che fa subito capire le sue intenzioni.

E’ il quinto minuto, quando Gomez raccoglie, seppur in maniera sporca, un traversone da calcio d’angolo e riesce ad infilarlo nel sette non lasciando alcuna speranza a Farroni.

Sei minuti dopo è sempre la squadra siciliana che si fa pericolosa con una incursione dalla sinistra che dà soltanto l’illusione del goal. Si fa vedere anche il Matera al 12 con Bangu con un tiro che centra lo specchio della porta ma impensierisce poco Polverino.

Al 18 esimo un bel lancio in area del Sicula viene raccolto da Ripa che scodella in area dove c’è ad incornare Rossetti che, lasciato completamente solo, insacca quasi a porta vuota lasciando in bambola Farroni. E’ bravo invece al 39 sempre Farroni a respingere una azione corale così orchestrata: cross di Gammone sponda di Gomez e tiro di Ripa.

Inizio di ripresa nuovamente con note dolenti per i biancazzurri che a seguito di una bella azione dei bianconeri subiscono il calcio di rigore per atterramento di Ripa che ormai stava per superare pericolosamente l’estremo difensore biancazzurro. Irremovibile la decisione del direttore di gara Marini di Trieste che assegna il penalty realizzato poi sempre da Ripa. Palla da una parte portiere dall’altra.

Il Leonzio resta reattivo sempre con azioni pericolose Rossetti alto sulla traversa al 60esimo. Sul capovolgimento di fronte un errore in fase difensiva del Leonzio poteva rappresentare il goal della bandiera per i biancazzurri ma la reazione è sempre evanescente.

Come il tiro senza pretese al 78 esimo del numero 20 Triarico o la conclusione da fuori area di Dellino. Mentre è ancora insidioso all’88esimo il Leonzio con un tiro sul primo palo di Farroni.

Finisce così con un secco tre a zero ed una prova che fa registrare una tenuta difensiva traballante ed un attacco poco deciso.

Share Button