Brindisi, la Lega protesta contro centro migranti voluto dal Comune

I consiglieri salviniani: “La città ha ben altri problemi”

Proteste della Lega a Brindisi dopo che il Comune con delibera di giunta ha deciso di partecipare a un avviso pubblico per l’individuazione di progetti di miglioramento dell’accoglienza e dell’integrazione di migranti. Il Comune ha infatti individuato un immobile, all’interno del quartiere Casale per fornire ospitalità agli stranieri e ha così formulato una proposta, rispondendo al bando che rientra nell’ambito del “Pon Legalità 2014-2020”. “Il gruppo consiliare della Lega – si legge in una nota a firma dei consiglieri comunali Massimo Ciullo ed Ercole Saponaro – ha appreso la notizia che il Comune di Brindisi, mediante delibera di giunta, ha deciso di partecipare ad un bando pubblico finalizzato ad insediamenti di migranti. Nello specifico si tratterebbe di ospitare immigrati minorenni e neomaggiorenni”. “Ancora una volta la Città di Brindisi – prosegue il comunicato – nonostante vi siano ben altri problemi che la soffocano, si candida ad un’accoglienza che rischia concretamente di creare ulteriori e gravi squilibri nella vita sociale degli abitanti dei vari quartieri. Si parla di edifici e rioni dove potrebbe essere realizzato l’insediamento, come quello del Casale che verrebbe obiettivamente stravolto dalla presenza degli immigrati”. “La Lega – conclude la nota – dichiara sin da ora la sua contrarietà alla partecipazione del Comune al bando e quindi all’arrivo degli immigrati. La Lega è pronta alla mobilitazione di piazza contro l’iniziativa del Comune e contro l’insediamento dei migranti”.

Share Button