Festa della Bruna 2018, si è conclusa la 629° edizione

Si è conclusa, come da tradizione, la 629esima edizione della Festa della Bruna a Matera con lo strappo in Piazza Vittorio Veneto del carro trionfale in cartapesta; secondo anno di esperienza alla guida per l’auriga Dino Chiefa

L’opera d’arte a firma di Raffaele Pentasuglia, Claudia Pentasuglia e del suo team, sul tema “I discepoli di Emmaus”, è stata consegnata alla città per l’assalto finale e al fine di consentire alla comunità, come da tradizione, di aggiudicarsi un cimelio, un simbolo di devozione che è anche di buon auspicio. Circa 30 mila partecipanti.

Un mix di emozioni tra sacro e profano, come sempre, la festa in onore di Maria santissima della Bruna: la folla concitata, l’esplosione di luci, i cavalieri, gli “angelo del carro” hanno regalato ai visitatori, tra materani e turisti, uno spettacolo unico al mondo che si rinnova di anno in anno. E ‘ partito come sempre all’alba, alle 4,40 del mattino, l’antichissimo rito, il giorno più lungo dei materani, scandito con la Santa Messa nel piazzale della Chiesa di San Francesco d’Assisi e la “Processione dei pastori” che ha svegliato i rioni Sassi con il suo passaggio, accompagnato da batterie di fuochi per il tradizionale saluto ed omaggio al Quadro della Vergine. Nel frattempo i cavalieri si sono radunati in strada, raggiungendo il Generale Angelo Raffaele Tataranni a Palazzo Lanfranchi per il rito della vestizione; quest’anno per lui il 50° anniversario nelle vesti di cavaliere. Poi, in Cattedrale la Santa Messa celebrata da Monsignor Caiazzo.

Le statue della Madonna della Bruna e del Bambinello sono stati portati in processione dalla chiesa di Piccianello alla fabbrica del carro dove sono state poste sul carro trionfale, da qui il passaggio lungo le strade principali fino in Cattedrale per compiere i consueti “ tre giri” ,prima di essere consegnato, come detto, alla folla. Gran finale con lo spettacolo dei fuochi pirotecnici.

L’intera giornata è stata seguita in diretta su TRM network, sul digitale , sulla piattaforma Sky, sul web e sui social con record di ascolti da ogni parte del mondo. Ampie sintesi e reportage saranno proposti sui nostri canali, mentre un’apposita playlist è disponibile sul canale Youtube dell’emittente.

Share Button