Brindisi. Arrestata la compagna del boss Giovanni Buccarella.

La donna accusata di vari reati tra i quali un giro di rapine ed estorsioni legato al business del fotovoltaico

Condannata a 6 anni e 8 mesi di reclusione per vari reati. Finisce in manette la compagna del boss della Sacra Corona Unita, Giovanni Buccarella. I carabinieri hanno arrestato la donna, Vincenza Trenta 62 enne, all’alba di questa mattina. Era la compagna del boss Buccarella deceduto nell’agosto scorso all’età di 90 anni. La donna è stata arrestata riconosciuta colpevole di reati di associazione di tipo mafioso finalizzata alla commissione di rapine ed estorsioni, condannata alla pena di 6 anni e 8 mesi di reclusione, è stata in regime di custodia cautelare in carcere per 1 anno e 4 mesi tra il settembre 2012 e il gennaio 2014. La condanna riguarda tutta una serie di attività criminose commesse nell’anno 2010 a Tuturano, San Pietro Vernotico, Cellino San Marco e altre località della Provincia di Brindisi. Le indagini condotte dai carabinieri hanno interessato l’arco temporale che va dalla fine del 2009 al giugno del 2010. Oltre a Vincenza Trenta furono 15 le persone arrestate. Tra i reati contestati le estorsioni alle aziende che si occupavano di fotovoltaico, in quegli anni ritenuto un investimento altamente remunerativo su cui si erano catalizzati cospicui investimenti nella provincia di Brindisi.Secondo quanto emerse dalle indagini il gruppo mafioso chiedeva alle aziende denaro e imponeva operai e vigilanza nelle aree dove erano stati allestiti gli impianti di fotovoltaico. Nei giorni scorsi, per scontare una condanna definitiva a conclusione dello stesso processo per mafia ed estorsioni agli imprenditori del fotovoltaico era stata arrestata Antonia Caliandro, 61 anni, moglie del capo storico della frangia tuturanese della Scu di Brindisi, Salvatore Buccarella, figlio di Giovanni, morto nell’agosto scorso, nonché compagno di Vincenza Trenta. La pena decisa per Antonia Caliandro è pari a 7 anni di reclusione, gia’ in parte scontata in fase di custodia cautelare.

https://www.youtube.com/upload

Share Button