Leidaa denuncia: un cane ucciso e dato alle fiamme a Rionero in Vulture

Un cane è stato “brutalmente ammazzato e poi dato alle fiamme”, a Rionero in Vulture (Potenza). Lo ha reso noto il responsabile nazionale della “Lega italiana difesa animali e ambiente” (Leidaa), Rinaldo Sidoli, precisando che il cadavere del cane è stato ritrovato in una zona rurale del centro del Vulture.

“Siamo davanti – ha aggiunto in una nota Sidoli – all’ennesimo atto di inciviltà e ignoranza. Non lasciamo che l’omertà difenda dei criminali. Chi ha visto, parli. Abbiamo bisogno di ricostruire i fatti e le responsabilità dell’uccisione. Gli animali non sono solo vittime di maltrattamenti, subiscono troppo spesso violenze inaudite configurabili come vere e proprie torture. La normativa vigente è inadeguata. Questo ennesimo atto di crudeltà fa emergere l’esigenza di punire con maggiore severità reati come l’uccisione di animali e il maltrattamento. I nostri amici a quattro zampe hanno il diritto di essere tutelati e rispettati in tutti gli aspetti della loro vita. Non si può ignorare chi è più debole, chi è senza voce va difeso”.

La responsabile del “Movimento animalista Basilicata”, Caterina De Canio, nella stessa nota, ha annunciato l’intenzione del movimento di costituirsi parte civile “per ottenere giustizia: ci batteremo affinché i colpevoli vengano condannati. Chi maltratta gli animali, va fermato perché è un soggetto pericoloso portato a delinquere e a usare violenza in particolare sulle categorie più fragili come donne e bambini”.

Share Button