A Bari il concorso “La vita è un capolavoro, la guerra un folle salto nel buio”

A Bari il concorso “La vita è un capolavoro, la guerra un folle salto nel buio”

Una bambina tra le macerie, risultato di una guerra incomprensibile e distruttiva. La tristezza negli occhi, poi una luce di speranza. Una sequenza di tre foto, che ha vinto il concorso “La vita è un capolavoro, la guerra un folle salto nel buio”, organizzato dall’Associazione nazionale vittime civili di guerra. Un’iniziativa per sensibilizzare i più giovani al tema della guerra, che si inserisce nella più ampia campagna informativa “Stop alle Bombe sui Civili”, iniziato il primo febbraio in occasione della prima Giornata Nazionale in memoria delle vittime civili delle guerre. Gli studenti hanno iniziato un percorso con i propri docenti per realizzare fotografie e video che potessero raccontare la guerra, un folle atto che miete vittime innocenti.