Due controllori bus Amat aggrediti da 19enne a Taranto

Due verificatori dell’Amat, l’azienda per la mobilità urbana di Taranto, sabato sera sono stati aggrediti da un passeggero mentre facevano i controlli di routine a bordo di un bus della linea 3. Hanno riportato ferite giudicate guaribili in dieci e tre giorni. L’aggressore, un 19enne, è stato poi identificato dalla Polizia e denunciato per lesioni personali e false dichiarazioni sull’identità. L’episodio è avvenuto in via Oberdan. Il viaggiatore è stato trovato senza biglietto e i controllori, secondo le procedure consuete, hanno chiesto le generalità per poter procedere alla sanzione. Il giovane ha fornito un nome e cognome che sono risultati falsi. A questo punto, spiega l’Amat, i due verificatori lo hanno informato che questa situazione richiedeva l’intervento delle forze dell’ordine. Il giovane ha reagito violentemente scagliandosi contro un controllore colpendolo con pugni al volto e soltanto l’intervento del collega ha impedito che la situazione degenerasse ulteriormente. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Volante e gli operatori del 118 che hanno condotto i due aggrediti al pronto soccorso dell’ospedale. Il 19enne è stato portato in Questura e denunciato. In una nota il presidente Silvano Cavaliere, i consiglieri di amministrazione, i dirigenti, i funzionari e i dipendenti dell’Amat esprimono grande solidarietà ai due lavoratori. L’azienda garantirà la tutela legale ai due dipendenti e si costituirà parte civile.

Share Button