Presso la Questura di Potenza, presentata “You pol”

Sensibilizzare i più giovani e offrire loro uno strumento immediato per denunciare episodi di bullismo e spaccio di stupefacenti. È l’obiettivo di “You Pol”, applicazione gratuita per smartphone con sistema operativo Android e iOS, attiva in quasi tutti i capoluoghi regionali italiani. La presentazione è avvenuta presso la Questura di Potenza dal funzionario portavoce Dottoressa Caterina Padula e dal neo dirigente dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico Marcello Rizzuti.

La comunicazione è importante anche per la Polizia di Stato – è emerso – il nuovo strumento digitale vuole agevolare il contatto tra cittadino e agenti.

Da una recente sperimentazione a Catania, Milano e Roma, dal mese di novembre 2017 sono stati circa 20 mila i download effettuati dagli utenti e con 300 segnalazioni.

Libero da passaggi burocratici, You Pol consente di inviare segnalazioni geolocalizzate direttamente alla Sala Operativa della Questura, in forma anonima oppure con registrazione di dati personali, in futuro esteso anche ad altri reati. Consentita la denuncia all’autorità di fatti in cui si è testimoni diretti o di notizie apprese in forma mediata, in più, attraverso l’invio di materiale multimediale foto o video “davvero utile – hanno evidenziato i dirigenti – per accertare con precisione i fenomeni e dare poi evidenza del lavoro d’indagine svolto a chi segnala”.

Tramite l’interfaccia intuitiva si potrà anche effettuare la chiamata d’emergenza al 112 e 113.

Tutti devono essere parte attiva nel contrastare le condotte illegali – è l’invito alla comunità potentina.

Share Button