Arrestati a Barletta gli autori di una rapina (che fruttò 10mila euro) ai danni di una donna

Sono accusati di avere rapinato una donna che stava portando in banca 10.000 euro, dopo averla pedinata e seguita per due giorni. Per questo, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, due persone sono finite in carcere e un minorenne in una comunità.

Si tratta del barlettano 39enne Michele Calabrese, e del 32enne albanese Igli Kamberi, entrambi con precedenti penali e sorvegliati speciali. Il minorenne ha invece 15 anni.

Le misure sono state eseguite dagli agenti del commissariato di polizia di Barletta. Dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso. I fatti risalgono al 10 novembre del 2017 quando la dipendente di una ditta che si occupa in città di commercio di prodotti ittici fu rapinata da quattro persone che l’avevano seguita, da quando era uscita dalla sua abitazione, in sella a due scooter.

La donna, lasciata la sua auto, venne rapinata quando era giunta in prossimità della banca. La donna dovette consegnare l’incasso del lavoro a uno dei quattro, sia contanti che assegni, 10.000 euro in tutto. Le indagini della polizia hanno consentito di individuare tre dei quattro presunti rapinatori e di sequestrare i due scooter e gli abiti che indossavano quel giorno, quando sono stati ripresi da diverse telecamere di video sorveglianza. Indagini sono in corso per identificare l’altro complice e capire se altre rapine con le stesse modalità avvenute nella zona siano state compiute dalle stesse persone.

Share Button