Matera. Trovati con più di un chilo di marijuana dalla Polizia: due arresti

Si tratta di due migranti nigeriani di 29 anni, ospitati al Cara di via Cererie

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante della ingente quantità”. Con queste motivazioni due nigeriani richiedenti asilo classe 1989 Ndidi Endurance e Ndidi Hope ospiti presso il centro di accoglienza Cara di Matera in via Cererie sono stati arrestati dalla locale Questura nell’ambito dell’operazione Pusher.

1 chilo e 200 grammi di marijuana con 920 euro, queste ultime, con ogni probabilità, provento dell’attività di spaccio è quanto ritrovato in possesso dei 2; un quantitivo di stupefacente – è stato detto – che avrebbe potuto fruttare una somma pari a circa 10 mila euro.

Il tutto è partito da una segnalazione – è stato spiegato in conferenza stampa ed abbiamo agito nel fine settimana quando il lavoro di spaccio è più intenso; una operazione frutto di appostamenti e pedinamenti in una città Matera – ha detto Manco – che non ha luoghi fissi dedicati allo smercio di droghe. Continueremo a monitorare il territorio. E’ il secondo caso di arresto di richiedenti asilo per droga in città ma Fulvio Manco Capo della Squadra Mobile esclude possa trattarsi di un fenomeno in consolidamento.

I due arrestati, la cui richiesta di asilo è pendente, potrebbero rischiare di vedersi revocata la loro istanza quindi restano in attesa della pronuncia della Commissione per i richiedenti asilo che ha sede a Bari. 

Il PM che si sta occupando della intera vicenda è la dottoressa Annafranca Ventircelli; mentre il Gip è il dottor Angelo Onorati. 

Share Button