Bari, arrestato 51enne per stalking a dottoressa della Guardia Medica. “Se non mi ascolti ti faccio saltare il palazzo”

Il presidente dell’Ordine dei medici Anelli: “Denunciamo da tempo i problemi di sicurezza degli operatori”

Da un anno minacciava anche di morte una dottoressa di Guardia Medica a Bari, costringendola a cambiare tre volte posto di lavoro. Per questo motivo è stato arrestato un 51enne di Acquaviva delle Fonti. Soddisfatto l’Ordine dei Medici.

Arrestato, stavolta prima che succedesse il peggio, per aver perseguitato e violentato sul luogo di lavoro una dottoressa di cui si era invaghito, arrivando a minacciare la donna di morte e costringendola a cambiare tre volte la sede di lavoro. Per i reati di stalking e violenza sessuale, i Carabinieri di Bari hanno arrestato Maurizio Zecca, 51enne campano residente ad Acquaviva delle Fonti, che a causa di alcune sue patologie si rivolgeva alla guardia medica. Le violenze – secondo l’accusa – sono avvenute in un ambulatorio della Guardia medica, dove la donna prestava servizio. I fatti contestati riguardano l’arco temporale di un anno e l’ultima minaccia risale allo scorso 5 novembre, quando il 51enne ha telefonato alla dottoressa minacciandola: “Se non mi ascolti faccio saltare il palazzo, faccio scoppiare la bombola del gas”. Una situazione nota al presidente dell’Ordine dei Medici di Bari Filippo Anelli, soddisfatto per l’arresto.

Share Button