Sospresi dai Carabinieri a Statte (TA) dopo aver rubato 3,5 quintali d’Uva

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Massafra hanno arrestato in flagranza di furto aggravato in concorso  un uomo di 37 anni, sorvegliato speciale uno di 55, entrambi tarantini e censurati.

Gli arresti sono maturati nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in aree rurali ed in particolare nelle zone coltivate a vigneto svolti dai Carabinieri del Comando Provinciale in questo particolare periodo dell’anno in cui il frutto è pronto per essere tagliato.

“Intorno alle 15.00 di ieri” riportano in una nota i militari dell’Arma “durante una perlustrazione effettuata nella contrada Accetta, agro del comune di Statte, i Carabinieri notavano un furgone con a bordo due soggetti che procedeva a velocità sostenuta. Insospettiti dall’atteggiamento dei passeggeri, i militari intimavano l’alt al conducente il quale, per tutta risposta, accelerava allo scopo di sottrarsi al controllo di polizia. Ne scaturiva un breve inseguimento protrattosi fino a quando il conducente arrestava la marcia del mezzo. A bordo del veicolo i militari rinvenivano 3 quintali e mezzo di uva da tavola, della pregiata qualità ‘crimson’, che i due soggetti avevano asportato poco prima da un vigneto di proprietà privata situato nella predetta contrada”.

I due, condotti in caserma, al termine delle formalità di rito, sono stati tratti in arresto e, su disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica del capoluogo jonico, Enrico Bruschi, tradotti agli arresti domiciliari.

La refurtiva è stata immediatamente restituita al legittimo proprietario.

Share Button