Bari, un’altra minorenne violentata dopo lo stupro di gruppo al porto

Abusi su una 16enne da parte di due uomini, arrestati. Decaro: “E’ responsabilità di tutti noi”

Molestata, violentata e minacciata per un anno e mezzo da due uomini diversi, che si erano addirittura trovati d’accordo per coprirsi reciprocamente ed evitare le ire del padre della ragazza. La protagonista suo malgrado di questa storia è una ragazzina di 16 anni di Bari, che solo dopo molti mesi ha avuto il coraggio di denunciare ai Carabinieri i suoi due aguzzini, il 69enne barese Francesco Cassano e il 45enne di Triggiano Michele Armenise, adesso ai domiciliari con l’accusa di violenza sessuale aggravata. I due avrebbero separatamente avvicinato, adescato e poi violentato ripetutamente la ragazza, minacciandola anche di morte se avesse raccontato tutto, approfittando anche del disagio socio-ambientale di cui soffre la ragazza. Le indagini dei Carabinieri sono state supportate sia dai vicini di casa della ragazza sia da foto e video degli incontri che avvenivano nel retrobottega del negozio di Cassano e anche in una cabina della spiaggia di San Francesco a Bari. Una storia che arriva a pochi giorni dallo stupro di gruppo della ragazzina 15enne nel porto di Bari, per cui in questo momento sono indagati cinque ragazzi di cui quattro minorenni. Segni di disagio sociale molto profondo, secondo il sindaco di Bari Antonio Decaro.
https://youtu.be/Shchz2-7eZg
Share Button