Taranto, Carabinieri del Nucleo Investigativo arrestano un 39enne

Nel pomeriggio di sabato, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, hanno arrestato, in flagranza del reato di detenzione di pistola clandestina e munizioni, un 39enne, tarantino.
I militari, nel corso di un mirato servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in materia di armi e materiale esplodente, sono venuti a conoscenza, nell’ambito di attività  info-investigativa, che il 39enne custodiva, presso la propria abitazione, un’arma pur non avendo alcun titolo che lo autorizzasse. Per tale motivo, sabato pomeriggio, una squadra del Nucleo Investigativo si è recata presso l’abitazione del soggetto, ubicata in Via Dante Alighieri, nel quartiere “Borgo”. Qui, atteso il rientro dell’uomo, i Carabinieri hanno dato il via alla perquisizione, rinvenendo, all’interno di un’intercapedine ricavata in un cassetto del comodino della camera da letto, una pistola scacciacani modificata e resa idonea all’azione di fuoco, mod. 315 auto cal. 8 mm, pronta per l’uso in quanto, il relativo caricatore conteneva 6 proiettili cal.6,35; nel corso delle operazioni, il 39enne ha consegnato inoltre ai militari ulteriori due proiettili di altro calibro.
Il 39enne, è stato condotto in caserma ed al termine degli accertamenti di rito, dichiarato in arresto per detenzione di pistola clandestina e munizioni. L’uomo, su disposizione del P.M. di turno, presso la Procura della Repubblica del capoluogo jonico, d.ssa Ida Perrone, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale.
L’arma da fuoco ed i proiettili sono stati sottoposti a sequestro, in attesa di essere inviati al R.I.S. di Roma per i rilievi balistici, dattiloscopici e biologici. ‎
Share Button