Tragedia della mongolfiera a Matera, rinviati a giudizioper concorso in duplice omicidio colposo i 5 indagati

Rinviati a giudizio per concorso in duplice omicidio colposo i 5 indagati per la morte di Davide Belgrano e Giuseppe Lasaponara, due studenti dell’Istituto tecnico per geometri a indirizzo aeronautico “Adriano Olivetti” di Matera, deceduti l’8 ottobre 2015 durante un volo in mongolfiera nel territorio di Montescaglioso. Si trattava di un volo non previsto perchè l’esercitazione sul pallone aeromobile era programmata per il giorno successivo. Il prossimo 2 ottobre, a due anni dalla tragedia, compariranno davanti al giudice il manovratore tedesco Hans Rolf Friedrich, all’epoca 72enne, Eustachio Andrulli, allora dirigente scolastico dell’Adriano Olivetti di Matera, Luigi Fiore, responsabile del progetto di alternanza scuola-lavoro che ha coinvolto anche i due giovani studenti deceduti, e Francesco Ruggieri e Paolo Barbieri, due dei responsabili del Balloon festival, manifestazione in cui sarebbero rientrati i voli. La difesa del pilota verte sulla visibilità dei cavi di media tensione tranciati dalla mongolfiera l’8 ottobre di due anni fa. Come previsto dalla normativa dalla normativa italiana, le mappe che si utilizzano in aeronautica riportano solo le linee di alta tensione: la difesa aveva pertanto sollecitato invano un incidente probatorio per verificare la visibilità dei fili elettrici, apparsi all’improvviso, dome dichiarato dal manovratore tedesco, e che resero impossibile ogni manovra. Se ne riparlerà in aula dunque a partire dal 2 ottobre.

Share Button