Confcommercio, 1mln per la mitilicoltura: cozze di Taranto le più controllate d’Europa

Un milione di euro per la mitilicoltura. Ecco finalmente l’avviso pubblico per accedere ai fondi. “Solo un piccolo passo – per Confcommercio – non basta”.

Il suo piano di rilancio, Confcommercio, ce l’ha. E’ diviso in sette punti, e lo mette a disposizione di chi arriverà a governare taranto (Mar Piccolo, Infrastrutture, Progettazione, Formazione, Interventi di sostegno, Sperimentazione, Fondi Feamp). “Bisogna lavorare affinché questo comparto torni a essere settore di sviluppo del territorio”, afferma il presidente Giangrande.

“Il settore ittico, indotto incluso, fa contare un volume d’affari di 30 milioni di euro all’anno e 15 mila tonnellate di produzione all’anno. Dati post Ambiente svenduto. Quindi precedentemente al caso cozze alla diossina i numeri erano molto più alti”, spiega Mimmo Bisignano – Confcommercio città vecchia – il quale insiste sul marketing. Perché malgrado le bonifiche, il fatto che i nostri siano i prodotti più controllati d’Europa e nonostante per la Asl le acque del mare tarantino ad oggi risultino “limpide”, rimane un problema di immagine.