Leporano, s’indaga sull’attentato al sindaco: trovate armi e munizioni

Proseguono, incessanti, le indagini sull’attentato al sindaco di Leporano Angelo D’Abramo. Oggetto pure di un vertice in Prefettura a Taranto: tavolo tra le forze di polizia e il prefetto Umberto Guidato per definire le misure da intraprendere, potenziando i controlli. Il tre febbraio qualcuno ha sparato contro l’abitazione del primo cittadino. Pochi giorni prima, il 17 gennaio, anche la vice sindaca Iolanda Lotta e’ stata vittima di una intimidazione: le hanno incendiato la Panda, parcheggiata sotto casa.

Di entrambi i casi si stanno occupando i Carabinieri della Compagnia di Taranto e del Nor. Moltiplicate perquisizioni e verifiche. È di queste ore il ritrovamento di un piccolo arsenale a casa di un residente a Leporano. Parliamo di diversi proiettili – di vario calibro – nascosti in un mobile e di due fedeli riproduzioni di pistole: una ad aria compressa perfettamente funzionante ed un’altra con tappo rosso e varie modifiche apportate alla canna. E, ancora, nell’auto, i militari hanno trovato delle mazze da baseball che l’uomo non ha potuto giustificare. Sequestrato il tutto per accertamenti tecnici e balistici riguardo alla compatibilità con i casi in esame, l’uomo ha rimediato la denuncia alla Procura di Taranto.

Share Button