Otranto. Soccorsi 51 migranti (tra i quali un neonato) su una barca a vela

Un’imbarcazione a vela con a bordo 51 migranti – soprattutto iracheni e pakistani – é stata soccorsa nella notte da unità navali della Guardia costiera al largo di Otranto, ad un miglio da Porto Badisco.

La barca di 12 metri, in vetroresina, aveva problemi al motore e risultava non più governabile perché lo scafista (poi bloccato a terra dalla polizia) aveva abbandonato il timone fuggendo a bordo di un gommone. Il natante è stato rimorchiato alle prime ore del mattino e trainato nel porto di Otranto da una motovedetta. Tra i migranti vi sono dieci donne e 15 minorenni, tra cui un neonato. Tutti sono stati condotti nel centro di prima accoglienza Don Tonino Bello di Otranto in attesa delle procedure di identificazione. Il presunto scafista, un uomo di nazionalità russa, è stato bloccato a terra da una pattuglia della polizia. La sua posizione é al vaglio degli investigatori.