Tentano estorsione, arrestati dai Carabinieri nel barese

Al termine di indagini avviate in seguito alla denuncia di due vittime di una tentata estorsione, i carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari Giuseppe Castellino, di 47 anni, e Nicola Pagliaruli, di 31 anni, entrambi di Acquaviva delle Fonti, con precedenti penali.

Si tratta di un arresto disposto dal gip di Bari, Annachiara Mastrorilli su richiesta del sostituto procuratore che ha coordinato le indagini Giuseppe Gatti, al termine di una attività investigativa, avviata a febbraio, e scaturita dalla denuncia delle vittime: due dipendenti di una ditta che distribuisce slot-machine.

Castellino avrebbe avvicinato a Casamassima due operai di una società che noleggia videogame mentre prelevano l’incasso di alcun apparecchi in un bar dicendo loro “sono appena uscito di galera?.Sto cercando i soldi a tutti!”, in modo che riferissero ai loro titolari di versagli periodicamente una somma di denaro da concordare per non aver alcuna ritorsione aggiungendo: “Parla quanto prima con i titolari altrimenti le cose si mettono male”. A supporto di Castellino, secondo i militari, intervenne Pagliaruli che esibì alle vittime un coltello. Le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza del bar hanno poi permesso di documentare l’azione criminale. Le indagini proseguono e non si esclude che i due possano aver commesso analoghe richieste estorsive. (ANSA).

Share Button