Basilicata. Assolti in appello due ex consiglieri regionali lucani dall’accusa di peculato

La Corte d’Appello di Potenza ha assolto, perché il fatto non sussiste, due ex consiglieri regionali della Basilicata, Prospero De Franchi e Giacomo Nardiello, dalle accuse di peculato, in relazione all’utilizzo di un telefono cellulare della Regione.

La vicenda si riferisce al periodo compreso tra il 2005 e il 2009: secondo l’accusa, il telefono sarebbe stato usato per questioni personali e non istituzionali. In primo grado, lo scorso anno, i due ex consiglieri regionali furono condannati a nove mesi di reclusione (con pena sospesa) con la prescrizione che intervenne per il periodo compreso tra il 2005 e il 2008.

Con la sentenza di oggi, il termine di prescrizione è stato fissato fino al 2 luglio 2008, mentre per il restante periodo la Corte ha assolto i due imputati. (ANSA)

Share Button