Direzione cittadina Pd. Dimissioni alle porte per il segretario Sarli?

sarli PDAvranno giocato a suo sfavore la scarsa padronanza delle dinamiche politiche o l’inesperienza – come lui stesso ammette – o il difficile compito di incarnare la sintesi, se la direzione cittadina del Pd di Potenza, tenutasi al principe di Piemonte, si è di fatto trasformata per il “fresco” di elezione segretario, Enzo Sarli, in un incontro non facile. Perchè dopo l’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri regionali Santarsiero prima, e di Giuzio e Polese poi, l’atmosfera è stata quella di una sfiducia nei suoi confronti. “Sono chiaramente molto risentito” ci ha detto Sarli telefonicamente, spiegandoci quanto non comprenda fino in fondo alcune dinamiche, aggiungendo di temere la ricaduta di alcune sue azioni su persone a lui vicine e che “valuterà se scrivere quanto accaduto ai dirigenti nazionali”. Ma per stare alla cronoca, la direzione che avrebbe dovuto eleggere gli organismi e discutere della giunta di Potenza si è subito arenata sulla richiesta di Sarli di avere una rosa di nomi dall’area Speranza tra i quali eleggere il Presidente dell’assemblea. Di lì, “il veto posto a Lucia Sileo, presidente uscente, di presiedere, in attesa di nominare il nuovo” e il “no” agli interventi di Giuzio e Polese, ha fatto saltare il banco. In sintesi, gli organismi non sono stati eletti, la direzione rinviata, e la domanda è se alle porte ci siano già le dimissioni per il segretario Sarli, ma anche cosa succederà negli equilibri del consiglio comunale potentino.

Share Button